Cerca
  • MARTA BOZZA

Il regalo giusto per il loro Futuro !

Hai in mente un piano di risparmio per i tuoi bambini ma non sai cosa scegliere?

Natale ma anche Compleanni, Comunioni, Battesimi, Cresime sono occasioni nelle quali spesso genitori e parenti cercano qualcosa che possa aiutare in modo significativo la vita futura dei bambini.

Negli anni ’90 si usava regalare oro o diamanti, mentre negli anni 2000 molti hanno scelto la via dei Buoni del Tesoro. Oggi che i mercati fluttuano più velocemente, qual è la soluzione migliore?

La propensione al risparmio delle famiglie italiane è tornata a crescere negli ultimi anni. Per molti genitori (o anche per i nonni) si pone la scelta di iniziare a mettere da parte dei soldi per creare un fondo o investire i risparmi già accumulati con un unico intento: sostenere il futuro dei bambini.


Ma come farlo?

Vediamo insieme quali sono gli strumenti da utilizzare.


In questo articolo parliamo di:

Libretto risparmio per bambini, conviene?

Titoli di Stato come investimento per i bambini

La sicurezza dell'investimento sulle assicurazioni: piano bambini.


Libretto risparmio per bambini, conviene?

Fino a qualche anno fa, era piuttosto tipico accantonare piccoli risparmi per i figli o i nipoti ancora minorenni, in un libretto di risparmio: una forma di accantonamento, appunto, che se fino agli anni ’80 dava anche la possibilità di godere di un discreto rendimento, oggi è invece solo una sorta di “salvadanaio”, giacché gli interessi annui sono praticamente nulli e – per di più – c’è l’aggravio dell’imposta di bollo di 34,20 euro quando si superano i 5mila euro di deposito.

Generalmente per aprire questi libretti dedicati ai minorenni, è necessario recarsi fisicamente allo sportello portando con sé un documento di identità valido e il codice fiscale – oltre che del minore – anche di uno o di entrambi i genitori del minore al quale si intesta il risparmio.

“Regalare un libretto” nel vero senso della parola non è dunque possibile, ma bisogna recarsi fisicamente con tutti i documenti, i genitori del minore e il minore stesso, allo sportello.

Oltre ciò, questi strumenti hanno dei limiti di prelievo e versamento mensili.

Per di più, se il libretto è cointestato, in caso di decesso di uno dei cointestatari, bisogna attuare le pratiche di successione ma non prima di aver atteso le verifiche – da parte dell’istituto che ha erogato il prodotto – della legittimità di aprire agli eredi. Durante questo tempo le somme restano, di fatto, bloccate.


Titoli di Stato come investimento per i bambini

I Titoli di Stato sono un’altra opportunità per chi vuole investire i propri risparmi ma è pur sempre un investimento finanziario nel quale vale la regola che meno si rischia e meno si guadagna. Il Titolo di Stato è una forma di investimento molto cauta quindi destinata a rendere generalmente molto poco.

Di fatto sono obbligazioni, cioè un “prestito” che chi le sottoscrive fa allo Stato e che quindi vengono rimborsate dallo Stato a una data scadenza con i dovuti interessi.

I Titoli di Stato possono essere di varie tipologie, ma i più diffusi vengono indicati da queste sigle:

BOT (Buoni del Tesoro) che durano massimo 12 mesi

BTP Italia, che durano massimo 8 anni e sono indicizzati all’inflazione

BTP (Buoni del Tesoro Poliennali) che durano fino a 50 anni

CCT (Certificati di Credito del Tesoro) che durano 7 anni


Il rischio dei Titoli di Stato è generalmente basso, anche se ci sono stati casi in cui gli Stati sono andati in default e dunque i titoli non sono stati ripagati – in tutto o in parte – ai loro sottoscrittori (i recenti casi di Argentina, Grecia o dell’Islanda), anche se il capitale viene garantito solo alla sua scadenza naturale.

Oltre ciò, è importante sottolineare che non è detto che si riesca a vendere il titolo (e quindi ottenere indietro il capitale) nel momento in cui se ne ha bisogno. Questo significa che i risparmi potrebbero non essere disponibili in tempi rapidi (cosiddetto Rischio di liquidità).

Nello stesso tempo bisogna tener presente l’inflazione: l’aumento dei prezzi potrebbe erodere il valore del capitale versato e degli interessi.

In caso di successione occorre presentare tutti i documenti necessari come per gli altri beni mobili (conti correnti, azioni, opere d’arte, etc).


La sicurezza dell’investimento sulle assicurazioni: piano bambini


Se cerchi un vero e proprio piano di risparmio da realizzare mese per mese fin da quando tuo figlio è piccolo, puoi scegliere una polizza assicurativa sulla quale investire periodicamente.


In particolare, parliamo delle cosiddette polizze a vita intera che ti permettono, con più facilità, e senza le difficoltà successorie di altri tipi di risparmio, di accantonare un piccolo o grande capitale designando sin da subito uno o più beneficiari che, in caso di grave imprevisto, possano entrare in possesso della titolarità di quel capitale, legittimamente e in tempi ragionevoli.


Inoltre, il capitale non è pignorabile, è insequestrabile ed è esente dalle spese di successione perché non viene considerato nell’asse ereditario.


Una polizza vita Multiramo, per esempio, ti permette di dare una marcia in più ai tuoi risparmi grazie alla possibilità di calibrare il rendimento finanziario in base alla percentuale di capitale investito nella Gestione Separata e nelle quote Unit Linked (a fondi assicurativi interni o esterni).


Puoi scegliere fra opzioni differenti di rischio, e di rendimento, in base a come distribuisci il capitale tra le due componenti. In questo modo puoi gestire il capitale nel tempo, preservandolo da perdite repentine, grazie alla componente di investimento più prudente rappresentata dalla Gestione Separata.


Questo genere di prodotto è utile chi vuole investire i propri risparmi con una soluzione assicurativa dinamica ma semplice da gestire.


Nel caso di Aviva Selection Plan, puoi risparmiare per i tuoi figli, o per i tuoi nipoti, facendo loro un vero regalo per il futuro:


  • un premio annuo minimo a partire da 1.200 euro, frazionabile mensilmente tramite RID

  • Puoi scegliere tra 5 combinazioni possibili, a livelli di rischio crescente

  • puoi tutelare i tuoi cari con un capitale aggiuntivo in caso di morte, fino a un massimo di 50 mila euro in più oltre al capitale maturato

  • Al momento del riscatto, hai possibilità di convertire il capitale in una rendita anche reversibile

  • Investire in una polizza a vita intera ti dà diritto ad agevolazioni fiscali, anche in fase di pianificazione successoria

Grazie ad Aviva Selection Plan potrai costruire il futuro dei tuoi figli mese dopo mese.


(fonte: https://blog.aviva.it/piano-di-risparmio-per-i-bambini/ )

7 visualizzazioni

ASSICURAZIONI BOZZA SNC DI BOZZA PAOLO E MARTA - Partita IVA 03258850282

Iscrizione RUI: A000012743 del 01/02/2007

L'intermediario è soggetto al controllo dell'IVASS.